Istituto Editoriale Italiano

Le collane
e la Biblioteca dei Ragazzi
I BREVIARI INTELLETTUALI



Si tratta di una numerosa serie di volumetti (ca. 300) a formato molto ridotto (cm 9,5X6)
di argomento vario, in genere classico, ma che includono anche opere contemporanee
(tra le quali alcune futuriste). La legatura è superba: in vero cuoio sbalzato con scritte in oro.
Nella costa compare il logo COSTRUIRE e la numerazione (il volume che proponiamo è il n. 45). Esiste anche una versione economica dove la copertina è in cartoncino.

Raccolta Breviari Intellettuali, guardia

RAGGI DI SOLE - EDIZIONI D'ITALIA



Si tratta di una edizione tascabile, della stessa dimensione dei Breviari intellettuali,
realizzata quando Umberto Notari aveva già ceduto la casa
editrice Istituto Editoriale Italiano, la tipografia e la villa di Villasanta (1948); la tipografia che realizza questa serie è la Scuola Tip. Artigianelli di Monza, e sul frontespizio compare la scritta
Edizioni d'Italia
- Perledo (Como); infatti in questo periodo postbellico Notari viveva con la
seconda moglie nella villa sul lago di Como, a Perledo. Nonostante vi siano ben venti titoli elencati, sembra che questa singolare edizione non sia andata oltre un volume o due. In questo esemplare, in terza di copertina, Umberto Notari inserisce una sua fotografia.


Umberto Notari, Il giardino delle delizie, ed. Raggi di sole, 1848
(courtesy Umberto Colombara)


BIBLIOTECA DEL TEATRO ITALIANO


Umberto Notari, I tre ladri, nell'edizione Biblioteca del teatro italiano. Si tratta della riduzione teatrale di uno dei romanzi più noti di Umberto Notari (ved. I libri divertenti).
Il volume, senza data, è rilegato in tela.





Umberto Notari, I tre ladri, nell'edizione Biblioteca del teatro italiano. Frontespizio, con una foto di Umberto Notari in età giovanile (forse poco più che ventenne). La commedia venne rappresentata per la prima volta all'estero, al teatro San Martin di Buenos-Aires, la sera del 5 settembre 1910, con Olga Giannini e il grande Ermete Novelli come interpreti principali. In Italia fu rappresentata al Teatro Filodrammatici di Milano con Bella Starace Sainati e Alfredo Sainati.





La dedica :
"A Innocenzo Cappa / grande signore della parola /
Notari / modesto borghese della penna"
Innocenzo Cappa, l'avvocato che difese Marinetti,
era il suocero di Umberto Notari.

Umberto Notari, I tre ladri, in un'edizione
in brossura fuori collana
Il sottotitoo recita: Mio zio miliardario




La collana Gli immortali : frontespizio di Duilio Cambellotti


Le collane dell'Istituto Editoriale Italiano

I Classici Italiani
Classici Latini
I libri divertenti
Gli Immortali
Biblioteca dei Santi
Breviari intellettuali
Biblioteca delle antiche musiche italiane
Biblioteca del teatro italiano
La Biblioteca dei Ragazzi



I CLASSICI ITALIANI


La raccolta, diretta da Ferdinando Martini, si compone di 90 volumi rilegati (14 x 20 cm) e dotati di sovracoperta, dove in genere viene riprodotto il ritratto dell'Autore, tratto da tele, sculture, affreschi o stampe.

Da Porto, Giulietta e Romeo, collana I classici italiani, serie III vol. LVI
La collana è in copertina telata e sovracoperta.
Il logo della casa editrice è una scala e la scritta COSTRUIRE,
che appare nella pagina prima del frontespizio di tutte le collane

La collana I classici italiani : frontespizio di Duilio Cambellotti

L'edizione di lusso (senza sovracoperta) della collana I classici italiani è ancora
più graziosa: cover in vera pergamena, corredata da due nastrini in seta per 'chiudere' il libro
come nel modello classico degli antichi codici (ma anche dei diari di una volta), con fregi in bistro e cinabro. Su retro il logo COSTRUIRE. Guardia e frontespizio sono i medesimi.

I classici italiani, guardia

La Collezione romana è diretta da Ettore Romagnoli
frontespizio di Duilio Cambellotti



GLI IMMORTALI

La raccolta è eterogenea, e comprende Autori classici come moderni: filosofi, storici, poeti e romanzieri. La collana è diretta da Luigi Luzzatti e Feridnando Martini. Da un catalogo del 1919 leggiamo che i volumi sono 72, in via di accrescimento. Anche per questa collana si include in antiporta e in sovracoperta un ritratto dell'Autore. La versione di lusso è in cuoio bulinato in stile bizantino con fregi in oro.

Charles Darwin, Le origini delle specie, collana Gli immortali, cover, n.d.

Gli immortali, guardia

Charles Darwin, Le origini delle specie, immagine in antiporta dell'Autore
fregio di Duilio Cambellotti

I LIBRI DIVERTENTI

La collana è editata in diverse vesti editoriali: in cover telata con il nome della collana e logo in rilievo, di un forte color ciclamino e sovracoperta piuttosto semplice (a sin. Lazzarino di Tormes); una seconda versione ha la cover in un più moderato color arancio e sovracoperta illustrata. Esiste anche una versione economica, cartonata in bianco, con la medesima sovracoperta. Poichè raramente i volumi riportano la data di stampa, non sappiamo se le versioni siano coeve.

Anonimo, Lazzarino di Tormes,
1929
sovracoperta
Anonimo, Lazzarino di Tormes,
1929
cover


I libri divertenti,
Anonimo, Lazzarino di Tormes, guardia



I libri divertenti,
Umberto Notari, I tre ladri, guardia.
I volumi con questo tipo di guardia sembrano essere successivi.


Lesage,
Gil Blas di Santillana
,
sovracoperta
ill. di Piero Bernardini
Heine,
Quando eravamo studenti
,
sovracoperta
ill. di Piero Bernardini
Il volume è senza data ma riporta una dedica a mano datata 1928.
(courtesy Lia Madorsky)

Ninon de Lenclos,
Galanterie settecentesche
,
sovracoperta
ill. di Bernardini
Thackeray,
Il libro degli snobs
,
sovracoperta
ill. di Bernardini
courtesy Tesori di carta, Bologna

Luciano,
L'asino di Tessaglia
,
sovracoperta
ill. di Bisi
Sterne,
Viaggio sentimentale
,
sovracoperta
ill. di Bernardini
courtesy Tesori di carta, Bologna

Umberto Notari,
I tre ladri
,
sovracoperta
ill. di Piero Bernardini
I tre ladri venne trasposto nel 1954 nell'omonimo film di Lionello De Felice, con Totò, Gino Bramieri, Simone Simon, Giovanna Ralli, Memmo Carotenuto
Twain,
Scuola di Re
,
sovracoperta
ill. di Piero Bernardini
courtesy Tesori di carta, Bologna


Il "manifesto" della collana I libri divertenti, che appare in antiporta a tutti i volumi

LA BIBLIOTECA DEI RAGAZZI

Sofia Bisi Albini, Il libro dell'Avvenire, La Biblioteca dei Ragazzi
nella prima versione editoriale (sin.)
e come appare al n.40 della versione definitiva (cover verde)

La collana si pubblica tra il primo e il secondo decennio del Novecento, senza data di stampa;
ha due versioni: in bianco la letteratura d'evasione, novelle, romanzi, etc.; in verde la didattica.
I testi di letteratura sono riccamente illustrati, mentre i testi didattici riportano in genere riproduzioni fotografiche (colorate a mano) o disegni tecnici se il testo lo richiede. Il formato è 14 x 20 cm.
Da un catalogo del 1919 leggiamo: "La Biblioteca dei Ragazzi è divisa in due parti nettamente distinte: la prima è costituita di 20 volumi di amena e sana lettura: novelle, viaggi, romanzi, fiabe, di scrittori fra i più celebrati del mondo. Libri che formarono la delizia di innumerevoli legioni di fanciulli, che la formano ancora, che la formeranno sempre: libri eterni, libri immortali per la loro elevata ispirazione, per la gaiezza, per la fantasia. La seconda parte della biblioteca, costituita essa pure di 20 volumi, è la parte intimamente legata - diremo così - al ragazzo italiano. In questi libri, da scerittori e da scrittrici di fama eccellente, si parla specialmente d'Italia, della sua grandezza, de' suoi eroismi, delle sue glorie, de' suoi tesori, delle sue bellezze, delle sue industrie, de' suoi uomini, del suo lavoro. Il complesso di questi volumi tende ad innalzare l'anima e lo spirito del nostro fanciullo di sopra degli orizzonti e dei confini della propria regione, per porlo dinanzi al quadro grandioso dell'intera nazione alla quale appartiene, della sua seconda madre: la Patria! [...]"

Mark Twain,
Il principe e il mendico
, n.d.
cover cartonata ricoperta in seta bianca
Jack La Bolina
Il libro dei Prodigi, n.d.
cover cartonata ricoperta in seta verde

Mark Twain,
Il principe e il mendico
,
Istituto Editoriale italiano,
Biblioteca dei Ragazzi n° 20

ill. int. non firmata
Miguel Cervantes,
Don Chisciotte della Mancia,

Istituto Editoriale italiano,
Biblioteca dei Ragazzi n° 3
ill int. di Enrico Sacchetti
L'immagine è applicata su passe-partout




Per entrambe le versioni la sovracoperta, frontespizio, antiporta, e fregi interni
sono di Duilio Cambellotti.

La guardia è la medesima, così come la pagina che introduce la collana, dove si nominano Ferdinando Martini e Luigi Luzzatti, direttori di "meravigliose biblioteche", nonché Silvio Spaventa Filippi, direttore del Corriere di Piccoli, che "presiedette con nobile zelo e con rara cultura alla attuazione di questa nostra nuova iniziativa". In sintesi, "L'Istituto Editoriale Italiano [...] presenta un quadro organico e razionale di libri, in parte tradotti da capolavori stranieri, in parte appositamente redatti, i quali formano [...] la più bella, la più interessante biblioteca che il ragazzo italiano, dai nove ai quindici anni, possa desiderare". La rilegatura in tela "robustissima" dotata di sovracoperta è concepita per resistere nel tempo agli "instancabili demolitori" che sono i ragazzi (in effetti, le collane con dorso in tela sono quelle che meglio si sono mantenute nel tempo).

QUANTI SONO?
è la domanda che più frequentemente riceviamo riguardo a questa collana.
Purtroppo non sappiamo rispondere perchè non esistono elenchi dedicati;
inoltre crediamo che i titoli venissero stampati sia nella versione bianca sia nella
versione verde (la Redazione possiede il titolo I racconti delle fate di Perrault in
entrambe le versioni). Il numero più alto da noi rilevato è il n. 40.

Esiste anche la versione economica, uguale a quella di lusso, dove la cover invece di essere in tela è in semplice cartoncino stampato. La guardia tuttavia non è rossa ma verde.

La Biblioteca dei Ragazzi - guardia dell'edizione di lusso

La Biblioteca dei Ragazzi - guardia dell'edizione economica



HOME