CASA EDITRICE NUGOLI


La casa editrice Nugoli viene fondata nel 1911 dai fratelli Vittorio (n. Monsummano Terme, Pistoia, nel 1876) e Nello, con sede in via Verri 14, Milano. Logo: due mani che sostengono un libro con la scritta "in ardua virtus". Già nel 1922 è in decadenza, e nel 1925 viene rilevata da Gian Battista Pirolini. Il mestiere Vittorio Nugoli lo aveva imparato da Bemporad, dove risulta impiegato fino al 1910, e infatti la sua editoria si rivolge alle scuole con sillabari, compimenti, libri di lettura, e così via, e ai ragazzi con libri di evasione sul modello della Biblioteca Azzurra, sia nella veste editoriale sia nei testi scelti. Questi testi sono raccolti nella collana LA COROLLA o nella COLLEZIONE PRIMULE. Anche gli autori se li va a cercare nell'ambiente Bemporad (edita infatti La Baccini intima di Manfredo Baccini nel 1912, libro che nasce già con un'ottima previsione di vendite). Perché la casa editrice Nugoli rimase attiva per così poco tempo è presto spiegato: nel 1922 Vittorio Nugoli, fascista e massone, entra a far parte del CdA della casa editrice del PNF "Imperia", che ha sede a Milano ed è diretta da Dino Grandi. Sono le opportunità aperte da questo incarico che gli fanno trascurare l'attività; dopo la cesssione della ditta il fratello Nello viene impiegato presso la De Agostini, mentre di Vittorio si perdono le tracce.


Dalla back cover di un volume alcuni titoli della
COLLEZIONE PRIMULE
Non manca la pubblicazione di testi
a fascicoli settimanali, come questa serie per
Le Mille e una Notte
, 1922,
illustrata da Pinochi
(specificando "solo per adulti")

Cervantes,
Don Chisciotte della Mancia,

Nugoli, 1912
ill. di A. Del Senno
Dante Dini,
Madeo,
Nugoli, 1912
ill. di A. Rubino
Valentino Soldani,
Patria e altre novelle,
Nugoli, 1912
ill. di A. Del Senno

E. Colombo - A. Tongiorgi,
Domenica Operosa,
Letture per le Seste Classi,
Nugoli, n.d.
Maria Ferraris,
In esilio,
Nugoli, n.d.
Emma Montagnoni Rossi,
Tutto in germe,
compimento al sillabario,
Nugoli, 1914,
ill. Pinochi


Per alcune immagini di questa pagina si ringraziano Lia Madorsky, Simonetta Vaccari (Tesori di carta, Bologna),
Libreria Piani, Barbara Pileri (L'angolo del collezionista, Roma)

www.letteraturadimenticata.it, maggio 2020

HOME